Top Italian Security Leaders

Il settore della Sicurezza in Italia sta affrontando una nuova ondata di cambiamenti: secondo le indagini compiute da Plimsoll (relative all'anno 2018 e pubblicate a fine 2019) la crescita sta infatti subendo una battuta d’arresto, un fenomeno dovuto principalmente al raggiungimento del livello di maturità e saturità del mercato.

Le statistiche generali raccontano un’Italia spaccata in due, segnando un’estensione del divario tra chi è riuscito ad essere performante e chi invece è stato penalizzato da ricavi ridotti. Infatti, il 50% delle aziende ha superato il 2018 incrementando i propri guadagni: 1 attività su 4 ha aumentato il proprio volume d’affari fino al 10%. D’altro canto vi sono aziende che hanno registrato maggiori difficoltà, tra cui spicca un 12% che ha subito forti perdite e ben 9 players si sono trovati costretti ad uscire dal mercato.

L’area dei Produttori ha contato un volume di 686 milioni di Euro di proventi, registrando un’espansione del 3% (pari a circa 28 milioni di Euro) rispetto agli anni precedenti, un dato che deriva dal rafforzamento della posizione delle prime quattro aziende in testa alla classica dei top 25 produttori.
Anche qui, la forbice che divide l’elenco dei players è considerevole: un 47% sta registrando miglioramenti, tra cui 50 aziende in crescita; mentre ben 21 imprese sono in perdita e 61 hanno un fatturato in calo.

La concorrenza più intensa e aggressiva viene rilevata nel ramo dei Distributori, delineando un contesto altamente competitivo e concentrato rispetto agli altri soggetti che agiscono nel mercato (produttori e system integrator). La crescita del settore ha prodotto 50 milioni di guadagni in più rispetto al passato, generata principalmente dai top 25 top players della classifica stilata da Plimsoll, che riescono a produrre da soli il 70% del fatturato complessivo. Di questi 25, 12 hanno subito un arresto, mentre dei restanti 13 ben 6 sono riusciti ad aumentare il ricavo del 10%.

È il mercato dei System Integrator a registrare la contrazione più elevata, causando la chiusura del 2% delle attività italiane. Un fenomeno che in realtà è andato a vantaggio di coloro che sono riusciti a resistere e a cogliere l’opportunità, riportando un aumento del fatturato pari al 1,5%: 2/3 delle aziende sono riuscite ad espandere il proprio mercato, mentre 1/3 registra perdite. Anche Italsicurezza è entrata a far parte della classifica dei Top 25 System Integrator, grazie ad un aumento di fatturato a 2 cifre. Un traguardo importante a testimonianza della Resilienza, Innovazione e orientamento al Cliente dell’azienda, in grado di guadagnare uno spazio sempre maggiore nel mercato anno dopo anno, nonostante le la frenata registrata nel settore.

Rinnovarsi, investire e saper sfruttare il contesto economico: sembrano essere questi i trend vincenti che hanno caratterizzato le attività migliori.
Al di là delle specifiche peculiarità di ogni settore, appare chiaro che l’andamento economico sta selezionando le aziende più dinamiche in un contesto in cui chi è grande diventa sempre più grande e gli aumenti di fatturato vengono divisi tra pochi. Strategie sempre più aggressive e un mercato che non concede passi falsi impongono ai players di adattarsi e innovarsi costantemente, ampliando i propri obiettivi e capacità e acquisendo nuove abilità per fornire ai clienti servizi e prodotti sempre più performanti nell’ottica di sistema.


Conosci i vantaggi di affidarsi ad un System Integrator? Clicca qui per scoprirlo.


Fonte: Secsolution