Sistemi di rivelazione incendio Wireless: la tecnologia basata su rete Mesh

L’impianto antincendio è un elemento imprescindibile per la tutela di persone e beni. Molto spesso, però, possono riscontrarsi delle difficoltà nell’installazione di un sistema di rivelazione incendio cablato, soprattutto quando è necessario intervenire su siti di rilevanza storica e artistica dove si configura necessario preservarne l’estetica e l’integrità. Un altro caso può essere rappresentato da progetti temporanei come stand, fiere o sale mobili, o in tutte quelle situazioni dove si presentano importanti barriere architettoniche o difficoltà di cablaggio. La tecnologia offre in tutte queste casistiche dei preziosi alleati al System Integrator: i sistemi antincendio Wireless autoalimentati, con cui implementare i più diffusi sistemi indirizzati cablati.

Qualsiasi rete wireless, per avere un funzionamento soddisfacente, richiede una progettazione minuziosa che tenga conto delle strutture (materiali costruttivi, dimensioni delle pareti e solai, ecc.), le distanze ed eventuali altre fonti di radiofrequenza. Esistono tool software che vanno in aiuto del progettista in quanto permettono di progettare e simulare la rete wireless senza la presenza sul sito.

Notifier by Honeywell ha reso disponibile il sistema “Agile”, una potente combinazione di dispositivi antincendio senza fili basati sulla tecnologia di rete Mesh ed autoalimentati con batterie al litio che garantiscono una durata fino a 4 anni. La maggior parte dei sistemi antincendio wireless è basata su una comunicazione dispositivo-gateway attraverso una rete a stella, esponendosi quindi a rischi di interferenze ed interruzioni. La rete Mesh invece, mette in comunicazione tutti i componenti del sistema con il Gateway, facendo sì che tutti i device continuino a comunicare l’uno con l’altro costantemente attraverso una connessione multipla, garantendo il massimo livello di protezione possibile e la continua comunicazione bidirezionale. Infatti, qualora la connessione venisse interrotta, la rete Mesh reindirizza il segnale automaticamente assicurando la continuità di funzionamento del sistema. Il Sistema Agile è supportato da Agile IQ, un’applicazione software 3-in-1 che fornisce gli strumenti necessari per il design, configurazione e diagnostica di una solida rete Mesh.

Il sistema “Agile” è caratterizzato da una comunicazione bidirezionale, con due percorsi di comunicazione per ciascun dispositivo wireless e due antenne integrate, con 18 canali RF a 868 Mhz. Sono installabili nello stesso sistema  fino a 8 Gateway alimentati da loop, in grado di supportare fino a 32 dispositivi Wireless ciascuno. Il sistema Agile si basa su un Gateway, il NRXI-GATE certificato EN54-25, EN54-17 ed EN54-18. Al Gateway potranno essere collegati diversi tipi di rivelatori e sensori, quali:
- Rivelatore ottico di fumo a radiofrequenza certificato EN54-25 e EN54-7.
- Rivelatore di calore termovelocimetrico certificato EN54-25 ed EN54-5 (Classe A1R).
- Rivelatore di calore a radiofrequenza con soglia fissa di 58° certificato EN54-25 ed EN54-5 (Classe A1S).
- Sensore a tripla tecnologia in grado di rivelare fumo e calore certificato EN54-25, EN54-5 (Classe A1R) ed EN54-7.
- Pulsante di segnalazione allarme manuale radio certificato EN54-25 ed EN54-11.
La Linea di Notifier prevede inoltre un ripetitore a radiofrequenza alimentato a batteria progettato per ampliare la zona di copertura radio del sistema di rivelazione incendio. A completamento del sistema, viene inoltre proposta una sirena wireless.

I sistemi Wireless sono stati regolati con l’introduzione della EN 54-25, che ha lo scopo di garantire lo stesso livello di sicurezza presente nei sistemi antincendio tradizionali, definendo inoltre i requisiti operativi dei sistemi wireless.

Una delle più importanti applicazioni con il sistema “Agile” fatte da Italsicurezza, riguarda il Teatro Nuovo di Verona. Il teatro è stato costruito nel 1800 e venne inaugurato il 12 settembre 1846. Oggetto di varie ristrutturazioni  soprattutto nel dopo guerra, rimane un preziosissimo edificio in stile neoclassico che andava preservato pur nella necessità di proteggere i molteplici e variegati ambienti dal rischio incendio. La realizzazione fatta, in buona parte priva di canalizzazioni e cavi, ha permesso di garantire un minimo impatto estetico.

I sistemi di rivelazione incendio Wireless si configurano quindi come uno strumento discreto, potente e affidabile, raggiungendo anche i siti che presentano delle limitazioni a livello strutturale, permettendo inoltre di scegliere la frequenza di comunicazione tra una gamma disponibile, assicurandosi così di riuscire a trasmettere sul segnale più stabile.
Per ottenere il massimo da questa tecnologia e garantire efficacemente la sicurezza di beni e persone, è sempre opportuno affidarsi ad un professionista in grado di effettuare una corretta analisi, progettazione e installazione degli impianti. Un buon System Integrator saprà sempre consigliare la soluzione migliore!
 


Fonte: Notifier by Honeywell


Articoli correlati:
UNI EN 15276-2: aggiornamenti normativi sui sistemi di estinzione ad aerosol condensato 
CUBE Fire: il software per gestire la manutenzione di impianti di rivelazione incendio
La manutenzione degli impianti di rivelazione incendio secondo la UNI 11224:2019
Italsicurezza è Centro Autorizzato Assistenza Tecnica Notifier
UNI 11224: cambiamenti e novità