CUBE Fire: il software per gestire la manutenzione di impianti di rivelazione incendio

La nuova UNI 11224:2019 ha fornito le disposizioni e le procedure aggiornate in materia di controllo iniziale, sorveglianza, controllo periodico, manutenzione e verifica generale dei sistemi di rivelazione automatica incendio. 
La normativa dedica particolare attenzione alle modalità con cui vengono svolte le attività di manutenzione, stabilendo i criteri di check anche in funzione dell’età di alcune tipologie di dispositivi, nonché definendo le metodologie di controllo.
 
Italsicurezza utilizza CUBE Fire, un software sviluppato da Life3 in grado di gestire completamente l’attività di manutenzione degli impianti di rivelazione incendio in modo pratico, veloce e soprattutto compliance alla norma.
 
Il Software è funzionale per entrambe le figure coinvolte nelle operazioni di manutenzione. CUBE Fire assiste il tecnico manutentore durante il processo di manutenzione, aiutandolo, attraverso un percorso guidato, all’effettuazione di tutti i controlli e alla relativa registrazione digitale. In questo modo, il professionista seguirà i passaggi obbligatori e rispetterà gli standard prescritti dalla normativa, evitando errori e scorrettezze tecniche.
D’altro canto, il proprietario dell’impianto potrà accedere comodamente a CUBE Fire attraverso un web browser, avendo la possibilità di consultare, verificare e scaricare la documentazione in qualsiasi momento. Il Proprietario dell’impianto può inoltre implementare CUBE Fire, attraverso il plug-in mappe, ottenendo così uno dei migliori software di supervisione per sistemi di rivelazione incendio (PSIM).
L’accesso a CUBE Fire è regolato da un sistema di autenticazione che tutela la sicurezza e la riservatezza dei dati.
  
Nel Software vengono distinti quattro tipi differenti di verifica:
- Controllo Periodico: opzione per il controllo periodico semestrale;
- Manutenzione Ordinaria: opzione per una manutenzione programmata;
- Manutenzione Straordinaria: opzione per una manutenzione non programmata;
- Virtuale: opzione per una scheda virtuale utile  per correggere alcuni parametri. 

In caso di prima visita, il sistema distingue in:
- Controllo iniziale - consegna impianto;
- Controllo iniziale - presa in manutenzione.

A sua volta l’intervento può essere distinto in tre modalità diverse di manutenzione.
La prima modalità è la cosiddetta “Manutenzione Base” e viene utilizzata in tutti quei casi in cui il manutentore non ha o decide di non realizzare una lista di controllo dettagliata di tutti i componenti del sistema. CUBE Fire permette infatti di creare manualmente la lista dettagliata dei componenti.
Il tecnico svolgerà la manutenzione tramite i passaggi guidati, registrando tutti i check obbligatori e facoltativi. Si tratta di una modalità adatta soprattutto a tutti quegli impianti datati o convenzionali, caratterizzati da limitate funzionalità di connessione a PC.
 
La seconda modalità è quella denominata “Manutenzione Dettagliata Offline”, in cui il manutentore inserirà la lista dettagliata dei componenti. Questa operazione può essere fatta manualmente o tramite upload del file di configurazione della centrale. In questo modo, le caratteristiche della centrale e la lista dei componenti si caricheranno in automatico creando la lista di controllo dettagliata. Il tecnico potrà così concentrarsi solo sulla compilazione.
 
La terza modalità invece è la “Manutenzione Dettagliata Online”, che, sfruttando la connettività con la centrale, automatizza sia il caricamento della configurazione (lista dettagliata di tutti i componenti) che la registrazione delle prove. La connessione avviene tramite rete basata su TCP/IP.
 
Al termine della compilazione, in qualsiasi modalità, il documento completato verrà confermato e non sarà più possibile intervenire per modificarlo. Verrà infatti generato automaticamente un file PDF dotato di valore legale, verificato tramite un sistema di crittografia denominato SHA256 (Secure Hash Algorithm). Questo sistema di sicurezza dei dati abbina al pdf un codice di verifica dell’originalità, riportato in un secondo file e memorizzato all’interno del database di CUBE Fire. Per controllare che il documento di manutenzione pdf non sia stato manomesso, sarà sufficiente confrontare il codice generato dal file con quello presente in database: se i numeri risulteranno differenti sarà la prova schiacciante di una manomissione."
 
CUBE Fire nasce come Software dedicato esclusivamente alla manutenzione degli impianti antincendio (anche PSIM con l’aggiunta di un plug-in), con l’obiettivo di digitalizzare i processi abbandonando il cartaceo, nonché velocizzare e facilitare l’attività di manutenzione, in molti casi permettendo l’esecuzione con un solo tecnico.
Il processo di manutenzione è una parte essenziale per il buon funzionamento di un impianto: effettuare i dovuti interventi in modo veloce, pratico e compliance alle normative è il modo migliore per prendersi cura di un sistema di rivelazione automatica e manuale incendio, conforme alla norma UNI9795.



Articoli correlati:
La manutenzione degli impianti di rivelazione incendio secondo la UNI 11224:2019
Sistemi di rivelazione incendio Wireless: la tecnologia basata su rete Mesh 
Italsicurezza è Centro Autorizzato Assistenza Tecnica Notifier
UNI 11224: cambiamenti e novità