Controllo accessi: il sistema ideale per la gestione in sicurezza dei flussi

In questi ultimi anni, il tema della gestione degli accessi in azienda sta assumendo un ruolo sempre più centrale e rilevante all’interno del dibattito sulla sicurezza. I sistemi di controllo accessi si rivelano necessari per la tutela di beni e persone, dimostrandosi la soluzione ideale per amministrare il personale e regolare i flussi di entrata ed uscita.
Inizialmente la mansione veniva ricoperta da personale addetto, divenendo poi prerogativa di dispositivi elettronici che negli anni si sono evoluti in sistemi di sicurezza con componenti hardware e software.

Un sistema avanzato di controllo accessi ha generalmente 3 funzioni:
1. riconoscimento del target (persone e mezzi);
2. controllo delle abilitazioni;
3. reportistica di accesso.
Queste operazioni vengono svolte con l’obiettivo di gestire l’entrata e l’uscita di particolari varchi (come porte, cancelli, barriere automatiche, tornelli, dissuasori, ascensori, ecc.).

Un sistema per il controllo accessi permette di stabilire quali persone e quali mezzi sono dotati dell’autorizzazione per poter accedere a determinate aree. Questo aspetto assume rilevanza centrale nel caso di attività che si trovano a gestire una popolazione più ampia del solo personale dipendente (fornitori abituali, visitatori occasionali, prestatori d’opera di varia natura); e caratterizzate da vasti perimetri aziendali o da ampi spettri di possibilità di ingresso (pedonale, ciclabile o con altri mezzi).

Le credenziali di riconoscimento di questi sistemi possono essere di vario tipo (PIN, Badge, dato biometrico, Bluetooth, EFC, targa, ecc.), assumendo caratteristiche peculiari in ogni specifico caso.
 
access-control-diagram.jpg
Fig.1: Schema di funzionamento di un sistema per controllo accessi.

Lo schema riporta l'esempio di un sistema di controllo accessi collegato a delle porte di ingresso. Quando l'utente presenta la propria credenziale viene inviato un messaggio criptato al controllore, che direttamente o tramite il server verifica  le credenziali e conferma o nega l'accesso. Il sistema registra i dati in un database criptato.


In ottica Security le aziende hanno sempre di più la necessità di una gestione intelligente e regolamentata dei varchi, siano essi di perimetro o interni alla struttura, soprattutto laddove gli stessi non sono più presidiati da persona fisica. Questo comporta l’utilizzo di tecnologie in grado di recepire una policy aziendale che si traduca in autorizzazioni ad accedere o meno in un luogo specifico, potendo determinare inoltre le procedure con cui concedere l’accesso e gli standard che dovranno essere rispettati. In questa ottica, chi varcherà un accesso pur essendo privo di autorizzazione, starà commettendo un reato.

Grazie all’installazione di un software come CubeAccess di Life3, gli Stake Holder avranno la possibilità di conoscere tutti i dati relativi ai vari movimenti all’interno dell’area, permettendo di migliorare la gestione dei flussi carico e scarico, nonché monitorare il livello di sicurezza di beni e persone.

Il sistema di controllo accessi è in grado di restituire informazioni in tempo reale, riuscendo ad essere compliance anche in ottica Safety. L’azienda infatti ha la piena responsabilità di tutti coloro che accedono e sono presenti in azienda in un dato momento, e in caso di bisogno deve essere in grado di fornire dettagliate e precise liste di evacuazione con la gestione corretta dei punti di raccolta.

Cosa fa:
  • Sorveglia h. 24 gli ingressi principali e l’accesso ad aree interne sensibili o a rischio, localizzando utenti e mezzi all’interno dell’installazione;
  • Identifica in modo automatico le persone e i veicoli, consentendo l’accesso a persone e mezzi abilitati in base a precisi profili logici e temporali e negando l’ingresso ai non autorizzati;
  • Gestisce i visitatori;
  • Memorizza tutti gli eventi mettendoli a disposizione di eventuali ricerche con filtri;
  • Segnala anomalie, stati predefiniti e allarmi suggerendo all’operatore le azioni da intraprendere.

Alcuni benefici:
  • Aumento delle misure di difesa contro atti criminosi;
  • Tutela la sicurezza del lavoratore (Dlgs 81/2008) e rispetto del regolamento (UE) 2016/679 (Privacy) per l’accesso dei visitatori;
  • Controllo della completa evacuazione di un edificio in caso di emergenza;
  • Diminuisce i costi di vigilanza;
  • Integrazione con sistemi di building automation per il risparmio energetico.

Proprio per questi motivi, è importante dotarsi di un sistema di controllo accessi affidandosi sempre ad un professionista qualificato in grado di studiare soluzioni customizzate nel rispetto degli obiettivi del Cliente e della normativa Privacy.



Articoli Correlati:
Scanner termici, controllo accessi e aziende: come mitigare il rischio di contagio da Coronavirus
Bluetooth Low Energy e controllo accessi: grandi distanze, lunga durata e basso costo